Otturazioni o amalgami dentali

Oggi è quasi impossibile trovare una persona senza almeno un’otturazione nella bocca. Anzi, l’amalgama, cioè l’otturazione, è un intervento sottovalutato da parte di tutti. Però, con questo post sul blog vorrei farvi sapere più sulle otturazioni. Se continuate a leggere il testo, vedrete perché è importante saperne di più.

Curare il dente usando le otturazioni è uno degli interventi odontoiatrici più comuni. Anche se nel parlato spesso sentiamo il termine “piombatura” per l’amalgama dentale, l’amalgama si consiste dell’argento e del mercurio, completamente senza il piombo. Con otturazioni o amalgami di solito si salva il nervo del dente. Spesso, dopo la pulizia del dente dalla carie ci rimane una cavità che bisogna essere riempita con l’otturazione.

Riempimento del dente con l’otturazione proibisce che la carie venga fino al nervo evitando così i maggiori problemi. Le otturazioni usiamo anche nei casi di certe deformazioni del dente, quando ne manca una parte o quando il dente è scarso. Le piombature di amalgamo ogni giorno stanno cadendo in disuso.

Le piombature nere oggi sono restituite con le otturazioni bianche soprattutto per i motivi estetici. Nel mondo di oggi, le otturazioni sono la soluzione più efficace, sono fatte di numerosi materiali diversi ed hanno numerose sfumature dei colori per avvicinarsi al colore naturale del dente.

Esiste la classificazione di Black dalla fine del XIX secolo che si usa per poter spiegare meglio le superfici e le posizioni curate con le otturazioni:

I Classe: lesioni delle zone occlusali (molari e premolari) e delle sperfici linguali (incisivi e canini)
II Classe: lesioni delle zone interprossimali (molari e premolari)
III e IV Classe: lesioni approssimali di canini ed incisivi senza/con coinvolgimento del margine libero
V Classe: lesioni della zona linguale/palatale o cervicale vestibolare
VI Classe: lesioni che includono cuspidi e margini incisali

L’importante di ogni otturazione è di non farla troppo alta per non battere il dente dell’altra arcata. Il mio modo di fare non mi permette lasciar andare a casa il paziente senza controllare bene la nuova situazione e senza la conferma del paziente stesso che il morso va bene.

Il regolarmento dell’altezza dell’otturazione è molto importante perché se non si fa bene il paziente può sentirsi a disagio e sentire una forte mal di dente ed anche della mandibola a causa di un morso irregolare.

Vorrei aggiungere quanto è importante che le otturazioni sono attaccate bene al dente e che non ci sono dei spazi vuoti tra l’otturazione ed il dente per non far passare i batteri che col tempo possono causare la nuova carie sotto l’otturazione.

Quando fate i controlli dal vostro dentista fategli fare l’attenzione alle vecchie otturazioni perché questi denti, anche se sono curati con le otturazioni, possono riavere la carie o essere colpito dalla pulpite necrotica. Se i medici dentisti vi dicono che le otturazioni sono da cambiare, non posponete l’intervento.

Nei commenti scrivetemi come sono le vostre esperienze con le otturazioni. Vorrei leggere diversi pareri e, soprattutto, rispondere alle vostre domande.