Endodonzia – come e perchè?

In questo blog, vorrei informarvi sull’endodonzia, un ramo della stomatologia che si occupa della cura del nervo dentale. La cura del dente è una delle più frequenti operazioni stomatologiche e sono sicura che ognuno di voi ha già avuto a che fare con un trattamento di endodonzia.

Ogni dente al suo interno ha una piccola camera e un canale in cui si trovano i nervi del dente. Questa parte del dente si chiama polpa ed è tramite la polpa che il dente si alimenta e sente il dolore. Il dolore è il sintomo del fatto che c’è qualcosa che non va nel vostro dente e che dovete visitare un dentista. La causa principale del mal di denti è una carie profonda. La carie nel dente è piena di batteri che irritano la polpa e infiammano i nervi provocando il dolore. L’infiammazione non può passare da sola e quindi c’è bisogno di un intevento. Se l’infiammazione iniziale non viene fermata in tempo, può portare alla rovina dell’osso attorno alle radici e quindi alla perdita del dente.

Lo stomatologo vi curerà il dente infiammato facendo un piccolo buco nel dente, per arrivare al canale, e il nervo infiammato verrà tolto grazie a aghi speciali che servono per entrare nel canale dentale. Durante gli anni la tecnica per allargare i canali dentali si è molto modernizzata, adesso il utto viene fatto grazie all’ausilio di aghi che vengono montati su un apparecchio che serve per allargare il canale. Questo è molto importante perchè con questa tecnica si abbrevia molto il tempo sulla sedia dentistica e si aumenta la possibilità che il dente venga curato con successo.

In seguito, è necessario riempire il canale precedentemente disinfettato in modo da non far nadare i batteri dalla cavità orale all’osso. La cura del dente è conclusa solamente quando viene fatta l’otturazione o messa la corona! Solo in questo modo il vostro dente si potrà salvare. Solo il dentista potrà decidere se per il vostro dente sarà abbastanza un otturazione o se ci sarà bisogno di una corona, se il dente è stato limato in maniera importante sarà necessaria una corona per proteggerlo da rotture. Sarebbe un peccato che dopo tutto il lavoro fatto il denter si rompesse per una disattenzione.

Il dolore che sentirete subito dopo fatto l’intervento è una cosa normale e passeggera. Potete comunque prendere un antidolorifico, consultare il vostro medico o dentista prima di assumerlo.

Alla fine vorrei ricordarvi che ci sarà bisogno di una lastra ortopanoramica prima e dopo la cura endodontica, e lastre di controllo dopo sei mesi ed un anno per vedre che la cura è andata a buon fine. Se fossero ancora presenti segni di infiammazione ci sarà bisogno di effettuare un’apticomia. L’apticomia è un’operazione chirurgica che serve per togliere la radice infiammata.

I sintomi che sono collegati all’infiammazione del nervo sono:

  • dolore al freddo con una lunga durata anche dopo l’esposizione del dente alla bassa temperatura
  • dolore con le temperature alte
  • dolore pulsante che non smette fino alla somministrazione di antidolorifici
  • dolore durante il morso
  • gonfiore
  • fistula

Alcuni pazienti non soffrono dei dolori suddetti e quindi non vengono in tempo a fare un controllo. Se avete qualcuno dei suddetti sintomi non aspettate a visitarci. Sicuramente vi potremo aiutare velocemente e con efficacia.

Alla fine vorrei leggere i vostri commenti e sapere quale è la vostra esperienza con l’enodonzia.