Spazzolini interdentali

L’igiene orale è molto importante per la salute della bocca, dei denti, delle gengive e per la salute parodontale. Una corretta e regolare igiene orale può prevenire le malattie dentali causate dalla placca: carie, tartaro, alito cattivo, sanguinamento delle gengive, gengivite e parodontite. Lo scopo di essa è quello di rimuovere la maggior quantità di placca e rinviare la sua formazione. I mezzi con i quali questo può essere realizzato sono: spazzolino, dentifricio, filo interdentale, liquido antisettico e spazzole interdentali.

Spazzolini interdentali sono coadiuvanti all’igiene orale. Molto spesso hanno la forma sottile, circolare o conica con i piccoli peli sopra. Alcune spazzole hanno una breve e appositamente progettate maniglie per una gestione più facile, mentre gli altri hanno maniglie lunghi. Rispetto al filo interdentale e stuzzicadenti, spazzolini interdentali puliscono lo spazio interdentale meglio perché hanno accesso a tutti i posti difficili da raggiungere. Il più grande vantaggio è che pulisce l’area sotto i ponti, intorno alle corone, e si usa dopo l’intervento sulle gengive.

E’ molto importante utilizzare la corretta dimensione di spazzolini interdentali. Quello troppo piccolo non riesce a pulire bene lo spazio interdentale e quello troppo grande non può neanche entrare nello spazio interdentale. Spazzole arrivano in dimensioni di 0.6, 0.7, 0.9, 1.1 e 1.3 mm. Provate diversi dimensioni, e partite dal più grande al più piccolo. In questo caso, la soluzione migliore è quella di acquistare un intero kit contenente le spazzole di ogni dimensione. Come mantenere l’igiene orale? E’ importante che lo spazzolino è sempre orizzontale. Inserite delicatamente lo spazio interdentale, cercando l’angolo dove si può andare avanti, senza troppa pressione. Se ad un certo punto sentite la resistenza o il dolore, è meglio fermarsi e cominciare dall’inizio. Basta farlo una volta in ogni posizione. Poi mettete lo spazzolino da denti sotto acqua e cosi’ lo pulite.

E’ importante ricordarsi di non spingere lo spazzolino eccessivamente tra i denti, perché cosi’ si può danneggiare il dente. Esiste la possibilità che le gengive cominciano a sanguinare durante la prima pulizia. Bisogna solo continuare a pulire tutti i luoghi e l’infiammazione passa e il sanguinamento si arresta. Dopo ogni uso, lo spazzolino deve essere lavato e lasciato per asciugarsi nell’aria, e deve essere cambiato quando si verifica una deformazione fibrosa perché non è più possibile pulire correttamente i denti. Anche se le spazzole interdentali hanno guadagnato popolarità grazie alla loro semplice applicazione, non si consigliano a tutti. A volte i denti sono così stretti che lo spazzolino da denti ha la difficolta di avvolgersi tra di loro, quindi lo spazzolino interdentale fa più male che bene.

Con la corretta manutenzione dell’igiene della cavità orale, consigliamo di controllare i denti dal dentista due volte all’anno per verificare la salute della cavità orale.

Se avete l’esperienza con gli spazzolini interdentali, scriveteci!